De Siervo: “Esportiamo all’estero la Lega Serie A”

Lega Serie A. Tantissime le novità emerse durante l’ultima Conviviale Panathlon Club Milano. Sede opportuna: la sala conferenze della Lega Calcio in via Rosellini a Milano. Parterre d’eccezione. Prima firma, l’Amministratore delegato della Lega, Luigi De Siervo, il quale ha illustrato importanti novità in ordine di ampliamento delle piattaforme media e in tema di lotta alla pirateria: più che una sfida faccia a faccia, una guerra strategica di posizione.

Da un lato Fabiano Gerevini (presidente dell’Area 2 Lombardia), dall’altra Claudio Pedrazzini (vice presidente Panathlon) e Marco Contardi (past presidente Panathlon). In veste di coordinatore del dibattito,il presidente Panathlon Filippo Grassia.

Il tema è il rafforzamento della Lega di serie A nelle sviluppo di idee, piattaforme mediali, contenuti e servizi offerti all’utenza. Capo cordata-dialettica l’Ad Luigi De Siervo: “Guardiamo avanti, non ci fermiamo. Vogliamo concentrarci sui contenuti media, che spazieranno dalla radio alla televisione. Ci affascina l’idea di una serie di rubriche che porteranno il marchio della Lega. Andiamo avanti, guardiamo all’estero”. 

Voce del verbo esplorare. Autostrada per ‘farsi conoscere’, viatico per farsi apprezzare e vendere il prodotto Serie A: “Stiamo lavorando sull’apertura di quattro sedi all’estero – ancora De Siervo – pensiamo a New York o Miami negli Stati Uniti, in oriente a  Pechino, Singapore o Shanghai, certamente a Londra in Europa oltre che a un polo in Medio oriente: qui la situazione è un po’ più complessa… In Qatar tra Dubai e Abu Dhabi. C’è già una task force a lavoro”. 

Ampliare, farsi conoscere, attivarsi. L’impegno della Lega vira la rotta sulla salute finanziaria dei club iscritti. Puntuale De Siervo: “L’obiettivo è istituire un sistema di consulenza al fine di diminuire il ‘gap’ tra le grandi e le medio-piccole. Lavoriamo su quattro punti: sicurezza negli stadi, consulenza parte finanziaria (regole ferree, supporto ai club per trovare finanziamenti), un’area di innovazione: selezionare le migliori startup. In seguito rendere gli stadi più attrattivi”. Infine la lotta alla pirateria e allo streaming illegale. Più che una sfida, una guerra di posizione: “Siamo a lavoro da tempo – conclude De Siervo – moltiplicheremo le forze. Spegneremo le varie piattaforme Social che trasmetteranno illegalmente live delle partite o singoli highlights”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.