Dati UEFA: la Champions League 2022-23 ha generato ricavi per 3,2 miliardi di euro

(di Davide Pollastri) – Circa 2,7 miliardi di euro dai diritti di trasmissione, 484 milioni dai partners commerciale e 53 milioni dai matchdays. Con una parte del 30% del fatturato destinato alla UEFA, l’organo presieduto da Aleksander Čeferin ha finanziato le federazioni e coperto i costi operativi.

Archiviati gli anni bui del Covid e le battaglie contro la Superlega, la UEFA torna a sorridere grazie ai ricavi in progressivo aumento della Champions League, la massima competizione calcistica europea per squadre di club. I numeri della finale 2023-24 appena vinta dal Real Madrid di Carlo Ancelotti (450 milioni di telespettatori collegati da tutto il mondo e un giro d’affari di 58 milioni di euro generato nella sola Londra nei giorni dell’evento), ci dicono che le cifre da capogiro dell’edizione 2022-2023, conclusasi con 700 milioni di ricavi totali in più rispetto alla stagione precedente e prizes money a 9 cifre per alcune delle principali protagoniste (135 milioni per i campioni del Manchester City, 119 al Real Madrid, 108 al Bayern Monaco, 101 all’Inter finalista e al PSG), non sono state un’eccezionalità.

Ora il nuovo obiettivo dichiarato di UEFA ed ECA (l’European Club Association che rappresenta e tutela le società calcistiche del vecchio continente) è quello di accrescere ulteriormente l’interesse e i ricavi attorno al torneo, un proposito tutt’altro che irrealistico se pensiamo che con il nuovo format a 36 squadre al via il prossimo 17 settembre, la manifestazione non solo offrirà più partite e più spazi pubblicitari, ma potrà persino godere della rinnovata curiosità di milioni di appassionati ansiosi di vedere le più importanti squadre europee impegnate in un torneo ancora più competitivo.

Le cifre della NFL, ed in particolare del Super Bowl (l’ultima finale tra Kansas City Chiefs e San Francisco 49ers, disputata nel Nevada lo scorso 11 febbraio, ha generato, secondo Forbes, un impatto economico di 1 miliardo di dollari), appaiono al momento irraggiungibili, tuttavia il lavoro di Čeferin sta sensibilmente riducendo il Gap (la UEFA stima che nella stagione 2024/25 l’incasso complessivo di Champions, Europa League e Conference sarà di 4,4 miliardi di euro) e questo per l’influente dirigente sloveno con cittadinanza inglese, a lungo contestato dai club “ribelli” pro-Superlega, è già un successo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’articolo Dati UEFA: la Champions League 2022-23 ha generato ricavi per 3,2 miliardi di euro sembra essere il primo su Sporteconomy.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *